I nostri contatti

info@aestheticmedical.it     +39 055 3860622 cell 366 2607108

Wash Test Modificato

  • Aesthetic Medical Dott.ssa Alessia Pini

Esame diagnostico, messo a punto di recente si esegue effettuando l’esame microscopico dei capelli caduti con il lavaggio (Wash test modificato). La metodica prevede che il paziente effettui, seguendo una procedura standardizzata, un lavaggio dei capelli, li raccolga e li consegni poi in busta apposita alla sede in cui verranno analizzati. Questo esame permette di avere grazie all’osservazione microscopica a basso ingrandimento la suddivisione dei capelli in 6 categorie: anagen, anagen distrofici, catagen, telogen “maturi”, telogen “prematuri” e non classificabili, fornendo un orientamento sulle cause di caduta ad esempio, in caso di telogen effluvium da stress o post gravidico saranno presenti quasi esclusivamente telogen “maturi” in numero anche molto elevato e qualche catagen; nell’alopecia androgenetica saranno invece quantitativamente rilevanti i telogen “prematuri” che, con facilità, arrivano e superano il 20-25%; nell’alopecia areata si troveranno percentuali variabili di anagen distrofici o più raramente displasici, cioè con bulbo assottigliato e privo di guaine e, infine, nel defluvium da danni fisico-chimici di capelli non classificabili;

Inoltre permette di valutare, a maggiore ingrandimento, le caratteristiche strutturali: diametro dei fusti e dei bulbi, stato di conservazione della cuticola esterna, anomalie strutturali congenite o acquisite, che potranno ad esempio orientare per una caduta da deficit proteici e/o di minerali (bulbi piccoli, restringimenti medio o soprabulbari, ridotto diametro dei fusti etc), oppure da danni fisico-chimici provocati da asciugacapelli, spazzole, shampoo inadeguati, permanenti, decolorazioni (tricoptilosi intermedia o distale, tricorressi nodosa, tricorressi invaginata etc) etc; inoltre l’esame indica la presenza di eventuali materiali estranei al fusto del capello come: spore fungine, squame, lendini, guaine peripilari etc.

Secondo la nostra opinione risulta molto importante poter seguire nel tempo, in maniera oggettiva, l’evoluzione clinica del paziente con alopecia  che si sottopone a terapia medica, poiché eventuali variazioni delle condizioni, sia in senso migliorativo che peggiorativo, sono, infatti, molto spesso, minime, per questo motivo il follow-up non può essere basato solo su una cartella medica o sul ricordo clinico, perché entrano in gioco numerose varianti, come, ad esempio, una diversa lunghezza dei capelli che può, ai controlli successivi, alterare la nostra percezione, oppure una diversa colorazione o acconciatura. Per questo motivo in base all’esperienza clinica, a nostro avviso, è necessario avere una strumentazione che consenta una analisi del paziente obiettiva, riproducibile e universalmente valutabile.